CONDOMINIO

Spese di riscaldamento e dispersioni, rivedere norma tecnica Uni 10200

“La norma tecnica Uni 10200, in punto di ripartizione delle spese di riscaldamento, penalizza eccessivamente le proprietà al piano terra terra e all’ultimo piano degli edifici condominiali”. Così il presidente di Fna Matteo Rezzonico, secondo cui “tali proprietà, già soggette a rilevanti prelievi volontari perché notoriamente più vulnerabili agli agenti atmosferici, risultano penalizzate anche dalla tabella millesimale di riscaldamento redatta in base alla norma tecnica Uni. Senonché – aggiunge Rezzonico – in disparte la norma tecnica, non possono “…ricadere sulle proprietà al piano terra e all’ultimo piano questioni che riguardano i muri perimetrali e l’involucro edilizio, che sono parti comuni a norma dell’articolo 1117 del Codice civile”. Sul punto è necessario che il parlamento europeo riveda i criteri di una norma che rischia di essere iniqua”.